Monica Corbani

A Bergamo sono nata il 24.2.62, ho vissuto la giovinezza e il primo impegno (dal collettivo Sarpi alle Donne in Nero), ho imparato a lavorare al Bergamo Film Meeting, sono tornata stabilmente nel 2012.

A Dakar, straniera per la prima volta come figlia di cooperante negli anni immediatamente post-coloniali, ho assorbito per immersione, oltre al francese, la consapevolezza e la vergogna del privilegio.

Francesista in Italia e italianista in Francia, dove ho cresciuto Sofia che ancora ci vive, ho studiato nei ritagli di tempo a Milano, Siena, Chambéry, Torino.

Organizzatrice di manifestazioni culturali da Bergamo a Roma e da Aversa ad Annecy; traduttrice, interprete e ricercatrice; insegnante di italiano in università francesi e poi, con passione, per i richiedenti asilo alla Cooperativa Ruah e per ragazzi stranieri neo-arrivati; impegnata nel Forum per l’accoglienza e nell’ANPI; tutrice volontaria di minori stranieri non accompagnati e “apprendista” mediatrice interculturale: solidamente ancorato nell’antifascismo, il filo rosso del mio impegno è e sarà per la nostra città estendere conoscenza e mutua comprensione, dare voce alle differenze, scavalcare le frontiere.