Intervento su bilancio e POP 2021

27 aprile 2021
Dopo un anno straordinario, in cui lo sforzo messo in campo dal Comune ha retto – oltre che per l’impegno personale di sindaco e giunta, dei dipendenti comunali, dei volontari, di tantissimi cittadini singoli e associati… – grazie al supporto economico dello Stato, ci attende un anno di grande incertezza, un anno ponte. Per molti aspetti.

Ci è già stato anticipato che il bilancio di previsione che stiamo discutendo non avrà probabilmente a fine anno le stesse fattezze: metteremo mano a numerose variazioni, dovremo essere flessibili, sperando che l’uscita dal tunnel della pandemia sia imboccata.

Ma la lettura del bilancio del 2021 dice alcune cose importanti.

L’acqua è un bene pubblico

6 aprile 2021

L’intervento sull’odg per la promozione delle casette dell’acqua

Installare casette dell’acqua significa confermare la qualità dell’acqua pubblica che viene erogata anche attraverso questi canali ma soprattutto combattere l’abuso di acqua confezionata, in particolare in contenitori di PET.

Occorre pertanto accompagnare l’iniziativa con una campagna promozionale che spieghi che l’acqua del rubinetto è buona e che il senso di procurarsela alla casetta è – a parte la piacevole ma non indispensabile gasatura, per cui ci sono anche altri strumenti, in realtà più costosi – è perdere l’abitudine di comprarla al supermercato.

Aiuto alla donna

6 aprile 2021

Intervento nella discussione sugli odg a tutela della vita

La Fondazione Vita Nova, che ha come fiore all’occhiello il Progetto Gemma, è un’emanazione del Movimento per la Vita.

Storico presidente di Vita Nova è stato, dal 1985 al 2002, l’Avv. Francesco Migliori, seguito dall’on. Carlo Casini, dall’on. Alberto Volponi e infine da Gianni Vezzani, attuale presidente.

Perché segnalo che i presidenti di questa Fondazione dedicata alla vita sono tutti maschi?
Perché mi sembra che il ragionamento che soggiace agli odg presentati dalla Lega rivelino un pensiero tutto e solo maschile.

Per la riforma della sanità lombarda

22 febbraio 2021

L’intervento sull’odg che dà impulso alla discussione della riforma della legge 23

Occorre una vera e propria inversione a U rispetto al percorso intrapreso con la Legge 23, per puntare sulla sanità territoriale e sull’assistenza di prossimità.

“La pandemia – cito un documento dello scorso dicembre di Cgil, Cisl e Uil Lombardia – ha evidenziato le debolezze del nostro sistema sociosanitario, rendendoci più consapevoli dell’importanza di un servizio sanitario universalistico e pubblico e del fatto che la spesa sanitaria, dopo anni di razionamenti e di definanziamento, debba considerarsi un investimento per il benessere di tutti e di ciascuno”.

Distretto del cibo e Distretto di economia sociale e solidale

22 febbraio 2021

L’intervento sull’odg di promozione del distretto del cibo

Trovo proficua coincidenza nel votare oggi la delibera per la Capitale della cultura e questo odg di promozione del Distretto del cibo, perché – come è scritto nel testo – “le azioni che il Distretto si prefigge di realizzare puntano a riallacciare i legami tra coltivazioni agricole, cibo, cucina, arte, storia, cultura, educazione alimentare e ambientale, sostenendo la promozione di innovazioni, investimenti, turismo, folclore, salute, accoglienza e ristorazione, dando vita a filiere che colleghino le aziende agricole con le imprese del comparto agroalimentare presenti nel territorio”

Intervento su delibera di approvazione del Piano di rischio aeroportuale

14 ottobre 2019
Il Consiglio comunale ha approvato defintivamente il Piano di rischio aeroportuale adottato nei mesi scorsi, In questa occasione, il nostro consigliere – pur approvando la delibera, che permette di avere un Piano di rischio, finora assente – si è fatto portavoce delle forti critiche del territorio alla crescita incontrollata dell’aeroporto: ” Abbiamo parlato dei vincoli che giustamente la presenza dell’aeroporto pone al territorio. Vorrei che parlassimo anche dei vincoli che la presenza del territorio pone all’aeroporto”

Intervento sulle modifiche al DASPO urbano

23 settembre 2019
Cogliendo l’occasione di una delibera che ampliava le possibilità di applicare il DASPO urbano, il nostro consigliere ha espresso la sua contrarietà di fondo all’utilizzo di questo strumento, sbagliato e inefficace. La delibera è stata approvata da tutto il Consiglio comunale, centro sinistra e destra, con l’unica astensione del nostro consigliere.